giovedì 15 febbraio 2018

Cucinare 2018 il gran finale


Martedì scorso 13 febbraio 2018 si è conclusa con grande successo la 6° edizione di Cucinare  , Salone dell’Enogastronomia e delle Tecnologie per la cucina .
I migliori CHEF italiani ed importanti ospiti stranieri, giornalisti e personaggi noti nel mondo dell’enogastronomia sono stati i protagonisti di un ricco calendario di incontri e show cooking con la guida del direttore artistico Fabrizio Nonis.
Il numero dei visitatori conferma che questa manifestazione è diventata l’evento fieristico clou di riferimento per il settore a Nordest.


 
Il primo show cooking di martedì scorso presso l’Arena Stars Cooking è stato
"Dalle Malghe al Mare" , dedicato a questo  movimento che congiunge le numerose specialità del Friuli-Venezia Giulia , dai sapori decisi e intensi della Carnia con le prelibatezze dai toni delicati del mare .
In collaborazione con Cuciniamo con ...La Carnia di  Veronica Defilippis  e lo chef Buttazzoni Stefano.
Sono saliti sul palco la chef Saba Sapienza del Ristorante Il Giardino Mediterraneo di Lignano Sabbiadoro e Lorenzo Gerometta, Chef della Trattoria Carnia.
Ha iniziato Saba Sapienza con la sua cucina creativa dal gusto tipicamente mediterraneo e ci ha presentato il suo piatto
 
Sor calamaro

Un calamaro leggermente scottato , accompagnato a della burrata affumicata, delle puntarelle condite con acciughe , aglio, peperoncino e colatura di alici , riduzione di datterino confit e un tocco di olio al prezzemolo .
A seguire Lorenzo Gerometta con la sua cucina legata al territorio che ci presentato :

Raviolo scoperto

Ricetta ispirata al grande Gualtiero Marchesi . Si tratta un raviolo aperto realizzati con 2 tipologie di pasta differenti , la prima è pasta realizzata con un mix di farine che contengono il 20% di grano saraceno, la seconda è una tradizionale pasta all’uovo con la foglia di prezzemolo all’interno .
La farcitura di questo raviolo è data da un ragù di cervo ( spalla ) carne tagliata al coltello in piccoli pezzi aromatizzata con carote, sedano, cipolla , bacche di ginepro e chiodi di garofano .
Lo chef ci ha spiegato che per realizzare questo sugo non si deve marinare la carne , solamente dopo aver rosolato la carne con le verdure si aggiunge una dose abbondante di vino Merlot; in modo da mantenere intatto il sapore del cervo.
Piatto accompagnata da una salsa ai frutti di bosco e a del finto caviale , realizzata con la salsa ai frutti di bosco gelificata.

Ed ecco il piatto assemblato :


Vino in abbinamento: Rosso DOCG 2014 Colli di Conegliano - Azienda Colvendrà


In seguito un altro grande ospite è saluto sul palco dell'Arena Stars Cooking: lo Chef Piergiorgio Siviero. una stella Michelin del Ristorante Lazzaro 1915 di Pontelongo (Padova). Ristorante che gestisce assieme alla moglie , la mamma e la zia .


Piergiorgio Siviero ha lavorato in ristoranti dai nomi illustri , in particolare ha trascorso quattro anni nelle cucine di Alain Ducasse ,( chef che in tutta la sua carriera ha ricevuto ben 21 stelle Michelin ) . Siviero ha già raggiunto la qualificazione fra i finalisti del premio Bocuse d’Or. Nel 2005 è tornato nella sua Pontelongo dove ha preso in mano il timone del ristorante di famiglia e nel 2012 è arrivata la sua prima stella Michelin.

Lo chef ci ha presentato la ricetta :

Cavalluccio marino

 Il cavallo è sempre stato una grande risorsa nella bassa padovana , molti piatti della tradizione appunti sono realizzati con carne di cavallo . Lo chef ci ha presentato un grande piatto, con una leggera impronta francese , realizzato con 27 ingredienti , tutti sapientemente abbinati . La carne di cavallo viene marinata a freddo con acqua di mare per 3-5 giorni, trattamento che conserva le caratteristiche della carne di cavallo e ne afferma la freschezza . La carne di cavallo marinata  viene avvolta con alga arrostita e viene abbinata assieme a del formaggio camenbert , uva fermentata ,  tartufo di mare , sfoglia di daikon, caviale e beurre blanc.
Un piatto notevole per la sua semplicità e complessità , tutto realizzato freddo .



Vino in abbinamento : Greco "SUAVIS" 2012 - Cantina Fosso degli Angeli


Lo chef Piergiorgio Siviero ci ha presentato un altro piatto in dimostrazione :

Cotechino di tonno con lenticchie


Si tratta di ventresca di tonno tritata , avvolta nel gel del piedino di maiale cotto a bassa temperatura assieme alle verdure , abbinata a delle particolari lenticchie realizzate con i noccioli delle olive , rape rosse , bagnetto verde polverizzato, finocchietto e a del tuorlo d’uovo marinato in acqua vite e soia per 7 giorni .

L'ultimo ospite a salire sul palco dell’Arena Stars Cooking è stato uno dei volti del Gambero Rosso Channel: Giorgio Barchesi, per i molti fan semplicemente Giorgione.


Lo Chef, anche se a lui non piace essere chiamato così, ha preparato un piatto di maltagliati realizzati con pasta fresca preparata al momento e conditi con un sugo realizzato con varie tipologie di cavolo .

Giorgione ha realizzare per noi :

Maltagliati alle brassiche


Lo chef ha ribadito la semplicità e la validità della pasta in fatta in casa , quella che lui ha realizzato è una pasta rustica , realizzata con un mix di farine n°1-3-5 . Alle farine viene aggiunto olio extra vergine di oliva , vino a acqua , poi la sfoglia viene impastata e tirata a mano e tagliata a forma di maltagliati  . Il condimento è realizzato con una base di olio extra vergine di oliva , acciughe , peperoncino, uvette e pinoli ammollati nel vino. Di seguite vengono aggiunti varie tipologie di cavolo : cavolo nero, cavolo verza , cavolo romanesco e broccoli , il tegame viene coperto e si lascia cuocere il tutto a bassa temperatura sino a quando le verdure si saranno sciolte formando una crema . Un piatto semplice e molto saporito che conquistato tutti gli ospiti dell’Arena Stars Cooking.

Vino in abbinamento : Malebranche 2014 IGT Azienda Agraria Le Crete


Uvaggio da Sangiovese , Merlot , Cabernet – Savignon e Foglia Tonda in parti uguali , provenienti dai vigneti aziendali della zona intorno a Siena.
 
Non conoscevo il vitigno Foglia tonda e cosi ho chiesto informazioni al titolare dell’azienda ; lui mi ha spiegato che questo vitigno di origine rinascimentale era praticamente scomparso, è stato riscoperto da una ventina di agricoltori della zona che lo usano come vino da intaglio ;  solo nella sua azienda il vitigno viene usato in purezza , perché unito agli altri vitigni tipici della zona   dà una maggior robustezza al vino e lo rende più idoneo all'invecchiamento.
Malebranche 2014 IGT,  un vino dal bouquet complesso, floreale e fruttato, con note agrumate e buona sapidità. Un vino che è stato per noi una piacevole scoperta.
 
Alla fine della manifestazione Fabrizio Nonis ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno lavorato nell’organizzazione di questo grande evento , in particolare ringraziamento è andato alle scuole alberghiere per il loro contributo ed impegno: Federico Flora Istituto Professionale Di Stato, I.S.I.S.  - B Stringher - Indirizzo Alberghiero e Ipssar Beltrame Vittorio Veneto.

Share:

17 commenti

  1. un altro splendido reportage Daniela,sei riuscita con garbo e raffinatezza a spiegare bene tutti i momenti della manifestazione, grazie ! Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  2. Sei bravissima a raccontarci gli eventi, sembra quasi di essere lì!

    RispondiElimina
  3. Adoro questa cucina così raffinata ed elegante, mi piace vedere anche gli chef più rinomati mentre cucinano....mi sarebbe molto piaciuto parteciparvi deve essere stato un evento splendido.

    RispondiElimina
  4. che perfezione in questi piatti e gli accostamenti con i vini assolutamente perfetti, un evento unico, sarà stato bello partecipare!

    RispondiElimina
  5. Che bell'evento dev'essere stato, il tuo reportage è accurato e le immagini particolarmente invitanti, complimenti :-) (io voto per la malga, non amando il pesce)

    RispondiElimina
  6. il cotechino di tonno mi incuriosisce molto ma credo che non sarei mai in grado di replicarlo con tale maestria

    RispondiElimina
  7. che splendida e golosa iniziativa ho letto tutti i tuoi reportage e mi sarebbe piaciuto essere lì

    RispondiElimina
  8. belli questi eventi, adoro guardare i grandi chef cucinare! i piatti sono opere d'arte, è quasi un peccato mangiare

    RispondiElimina
  9. Un evento elegante per presentare al meglio l'arte culinaria, proponendo piatti raffinati realizzati con ingredienti scelti e abbinati con cura.

    RispondiElimina
  10. dal tuo racconto così dettagliato e coinvolgente, mi è sembrato di essere lì, davvero un bellissimo evento

    RispondiElimina
  11. Che piaati meravigliosi e che fantastico evento, mi sarebbe piaciuto moltissimo partecipare.

    RispondiElimina
  12. un evento davvero meraviglioso, mi sarebbe piaciuto poter essere presente, che bei piatti

    RispondiElimina
  13. Che bella proposta il raviolo scoperto! E poi tanto piatti davvero sfiziosi! Dev'essere stata un ottima esperienza per te appassionata di cucina!

    RispondiElimina
  14. Ci sono dei piatti che sono veramente opere d'arte! Grazie per questo reportage, un bacio

    RispondiElimina
  15. Il raviolo scoperto mi ha sempre affascinata..qui vedo anche un simpatico cavalluccio marino! Che belle queste creazioni!

    RispondiElimina
  16. Una manifestazione davvero interessante. Piatti splendidi, vini eccezionali. Un abbraccio

    RispondiElimina

Ti ricordo che pubblicando un commento acconsenti a pubblicare il link al tuo profilo tra i commenti. Consulta la privacy policy per ulteriori informazioni.

Blogger Template Created by pipdig